Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Facebook Pixel [noscript]” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Come posso usare i pannelli fotovoltaici per ricaricare la mia auto elettrica?

Quando sei cosciente di avere una fonte inesauribile di energia, abbondano le idee su come sfruttarla. Perché non usarla anche per le auto elettriche?
le auto elettriche possono essere ricaricate grazie al contributo degli impianti fotovoltaici

Come posso usare i pannelli fotovoltaici per ricaricare la mia auto elettrica?

Quando sei cosciente di avere una fonte inesauribile di energia, abbondano le idee su come sfruttarla. Perché non usarla anche per le auto elettriche?

Probabilmente avrai sentito dei grandi investimenti che si stanno facendo nel campo delle auto elettriche e non vedi l’ora che la tecnologia si sviluppi in modo da poter viaggiare con l’energia solare.

In realtà tutto questo è già possibile. Ovviamente non puoi pensare che basti un pannello solare fotovoltaico sul tettuccio della tua auto per sostenere gli spostamenti. Chissà, forse si arriverà anche a quello. Attualmente però la strada che sembra maggiormente percorribile è quella delle batterie per stoccare l’energia elettrica nelle auto.

È proprio su questo fronte che le case automobilistiche stanno puntando. Secondo alcuni studi si calcola che da qui al 2023 ci saranno investimenti per oltre 225 miliardi di dollari.

Per cui, il passaggio sembra piuttosto semplice. Uso un impianto fotovoltaico anche per caricare le batterie installate nell’auto elettrica e sfrutto l’energia per viaggiare.

A parole tutto molto semplice, ma in pratica bisogna considerare alcuni aspetti fondamentali che incidono sulla scelta del fotovoltaico adatto alle tue esigenze. Vediamo il primo.

Quanto tempo è necessario per caricare un'auto elettrica?

I fattori che devi prendere in considerazione sono almeno quattro:

  • potenza in kW della presa;
  • potenza massima accettata dal caricabatteria dell’auto;
  • capacità del sistema di accumulo di bordo;
  • stato di carica delle batterie.

Esempio: auto elettrica con capacità di accumulo da 25 kWh. Se la potenza media proveniente dalla presa domestica è da 3 kW ci vorranno almeno 8 ore. Con una potenza da 10 kW 2,5 ore. Trenta minuti se utilizzi una stazione di ricarica con potenza superiore a 40 kW. Tutto vero sempre che questa auto sia in grado di supportare potenze più elevate.

In che modo i pannelli fotovoltaici mi possono aiutare a risparmiare anche sugli spostamenti in auto? Un parametro importante che dovrai considerare è legato ai km che percorri annualmente. Grazie a questo puoi capire quale taglia di impianto è più adatta alle esigenze complessive. Quindi quanti kWp in più mi serviranno?

Quanti pannelli fotovoltaici devo installare per soddisfare i consumi della mia auto

Diverse case automobilistiche dichiarano che mediamente le loro auto elettriche hanno un consumo di un kWh ogni 7 km. Per capire quanti kWh di energia solare ti servono sarà sufficiente suddividere i km che percorri ogni anno per 7. Se ogni anno percorri circa 10 mila km avrai bisogno di almeno 1428 kWh ogni anno per viaggiare.

Quanti kWp di fotovoltaico mi serviranno per avere 1428 kWh in un anno? Nella provincia di Cagliari è sufficiente 1 kWp ben esposto. Quindi, se per il fabbisogno domestico hai necessità di 3 kWp di impianto, se stai pensando di risparmiare anche sull’auto elettrica dovresti portarlo ad almeno 4 kWp.

Se stai acquistando un impianto fotovoltaico nuovo dovrai tenere conto di tutte le necessità energetiche e sommarle a quelle per l’auto elettrica.  Per essere sicuri di avere dimensionato bene l’impianto affidati ai tecnici di ALTRENERGIE.

Come l'energia fotovoltaica supporta la ricarica

Probabilmente ora ti sorge un dubbio. Forse cominci a pensare: “ma quanto tempo ci vuole per caricare completamente il sistema di accumulo dell’auto con 4 kWp di fotovoltaico”?

In realtà il fotovoltaico ti serve solo per risparmiare kWh, ma per la potenza istantanea non puoi farci affidamento. Questo anche perché l’energia proveniente dal sole non è costante. L’operazione da fare invece è quella di aumentare l’energia proveniente dalla presa del tuo contatore, così la ricarica sarà più veloce.

Chiaramente gli aumenti di potenza hanno un costo, ma se anche preleverai energia dalla rete, ci saranno momenti in cui ne immetterai il surplus. Energia che servirà a “rimborsarti” quella che avrai precedentemente pagato. Questo sistema, chiamato scambio sul posto, è utilizzabile per tutte quelle configurazioni in autoconsumo che non superano i 500 kW.

Grazie anche al contributo in conto scambio il risparmio che puoi ottenere dal carburante è straordinario. E se riesci a ricaricare l’auto nel momento in cui il fotovoltaico produce bene aumenti il tasso di autoconsumo e quindi anche il ritorno economico dell’investimento. In che senso?

Migliorare il tasso di autoconsumo grazie alla ricarica dell'auto

L’autoconsumo è un fattore fondamentale per migliorare il ritorno economico di un impianto fotovoltaico. Di cosa si tratta? In sintesi, ci si riferisce ad autoconsumo quando assorbi nell’immediato l’energia che il fotovoltaico sta producendo in quell’istante.

Ad esempio, immagina che alle 11 del mattino il generatore fotovoltaico ti stia producendo 3 kWp. In quello stesso momento accendi lo scaldabagno elettrico che ha un assorbimento di 1,5 kWp. L’energia che servirà ad alimentare questo elettrodomestico arriverà direttamente dai pannelli fotovoltaici. Non solo, se non hai altri elettrodomestici attivi, i restanti 1,5 kWp potranno essere inviati alla rete o utilizzati per ricaricare le batterie di un sistema di accumulo.

Grazie a questo il tuo contatore non potrà segnare nuovi chilowattora carichi di tasse da addebitare in bolletta. È sicuramente un risparmio migliore rispetto a quando “vendi” energia alla rete. Allora, se ne hai la possibilità, questo è un buon motivo per ricaricare la tua auto durante il giorno.

In quel frangente ci sarà una combinazione tra energia proveniente dal fotovoltaico e dalla rete. Questo per avere una potenza istantanea maggiore con tempi di ricarica più veloci. Ad ogni modo, il tasso di autoconsumo cresce notevolmente insieme al rendimento economico.

Il discorso può diventare particolarmente interessante per le aziende. Se puoi disporre di un impianto fotovoltaico con potenze superiori, potresti decidere di programmare la ricarica del parco macchine nel momento in cui la produzione di energia solare lo consente o è al top. Programmazione che con le tecnologie attuali può essere anche automatizzata sulla base delle condizioni meteo.

Non c’è dubbio che la combinazione dell’energia solare con la mobilità sostenibile è vincente. Con il tuo impianto fotovoltaico hai una grande finestra che guarda al futuro, dove le applicazioni possibili possono contribuire in modo deciso al rispetto dell’ambiente e dei tuoi investimenti.

Scopri di più su:
condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

in primo piano

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti per generare statistiche di uso/navigazione e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi scegliere se abilitare o meno i cookie . Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Per saperne di più: Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.